Max Cigana 30° all’IRONMAN Hawaii

Monday, October 11, 2010


Massimo Cigana si è classificato 30° assoluto all'IRONMAN World Championship Hawaii la più famosa e mitica gara di triathlon del mondo che si è svolta a Kona sabato 9 ottobre sulla classica distanza Ironman composta in sequenza da 3,8km nuoto - 180 km bici - 42,195 km corsa.

L'atleta mestrino è giunto primo degli italiani al traguardo stabilendo anche il nuovo record italiano del percorso in 8 ore, 48 minuti e 2 secondi (nuoto 57m,56s - bici 4h,37m,02s - corsa 3h,08m,51s)!!!

Polar Italia è orgogliosa di avere supportato Max in questa impresa con il training computer RS800CX al polso e ed il nuovo cycling computer CS500 sul manubrio della sua bike.

COMPLIMENTI MAX!





Di seguito il suo commento della gara tratto dal blog massimocigana.com

Gara senza infamia e senza lode. E' un mio pregio/difetto... non mi accontento mai. Purtroppo ho avuto enormi problemi nella corsa sia a causa del piede sia per problemi intestinali. 8h48′ lo prendo come un bicchiere mezza pieno e visto che siamo al campionato del mondo delle Hawaii è mezzo pieno di Champagne.

La gara: con le regole nuove non si possono indossare più i famosi speedsuit ma costumi non gommati anche se, a dire il vero, ho visto di quei costumi che a confronto di quello che avevo io mi sembrava di essere nudo. Comunque faccio il mio nuoto con un bel gruppetto e tento di affrontare la prima parte della bici assieme all'Austriaco Weiss ma decido di lasciarlo perchè ero sempre in soglia. Vado con il mio passo e dopo un pò arriva Brader che smacchina da paura. Dopo circa 40 km si alza un vento infernale che ci martella per tutto il resto della frazione. A tratti non si riusciva a stare sulle prolunghe. Molte volte mi ritrovavo a lottare sul ciglio della strada. Oggi per la prima volta soffiava da terra. Raffiche fortissime. Anche la scalata verso il giro di boa di Hawi è stata fatta con un vento fortissimo in faccia. La giornata limpida ha fatto sì che si alzasse così impetuso e anche la temperatura che dai 24/25 gradi iniziali in pochissimo tempo si è portata a 35°. Nella corsa poi si sono avvicinati moltissimo ai 40°. Lottando col vento sono rimasto con il Tedesco fino alla T2 in 4h37 e, nonostante tutto, sono sceso ancora in buone condizioni fiducioso di fare un bel tempo anche a piedi. Subito sono partito con il mio bel passo. Ai 15 km sono passato in 59′40″ appena sotto 4′/km. Recupero svariate posizioni dalla 29° che ero dopo la bici. Quando inbocco la Queen k arrivo ad essere dentro la ventesima posizione ma purtroppo il piede mi fà sempre più male e mi constringe a rallentare quasi zoppicare. Anche le alte temperature hanno accentuato questo problema che mi portro dietro da svariati mesi. Ho fatto ogni tipo di terapia possibile immaginabile ma senza risultato. Associato a questo vengo a soffrire di problemi intestinali che mi costringono a tre stop forzati. Il continuo bere ad ogni ristoro ingurgitando un pò di tutto e spesso ghiacciato hanno causato il problema. Gli ultimi 25km è solo uno trascinarsi all'arrivo con un piede gonfio come una zampogna guardando la gente che mi passava relegandomi in 30ma posizione. Mi godo le migliaia di persone assiepate all'arrivo e la gran festa che circonda questo evento. Dopo l'arrivo faccio un massaggio e vengo coccolato dagli amici Italiani che hanno guardato la gara. Mi vanno a prendere un pò di cibo per rifocillarmi e del ghiaccio da mettere sul piede. Veri angeli custodi.Grazie ancora. E' stata sicuramente un'esperienza tosta. Non potevo pretendere molto essendo la mia prima esperienza quì. Sono certo che senza tutti questi problemi potevo arrivare molto meglio. So che valgo moltissimi minuti in meno nella corsa ma più di così non potevo fare. Adesso mi prenderò qualche settimana di riposo dalla corsa e dalla bici per cercare di guarire da questo problema per poi rincominciare ad allenarmi a Novembre in vista delle ultime gare della stagione in Thailandia. Grazie ancora a tutti quelli che mi hanno sostenuto e credono in mè. Spero sempre di regalarvi delle emozioni e e mi impegnerò ancora per farlo. Ciao a tutti e grazie!